La nostra famiglia

AMA

Amedeo Mattei, campano di indole migrante, voce e testi del progetto underground Animali Urbani nato nel 2018, prende in mano tutti i suoi appunti, ne segna altri, alcuni li perde nei traslochi e ne fa un diario di bordo di una vita da marinaio senza mare, da lupo senza branco. Pezzi che nascono chitarra e voce ma che amano uscire fuori la sera vestiti con abiti elettronici. Questo il background da cui parte AMA, il primo progetto solista di Amedeo. Della propria storia è impossibile decidere: dove nascerai, cosa ti capiterà, quanto alto e bello sarai. Potrai però sempre decidere a che velocità andare, come rispondere agli schiaffi, con quali salse condire il tuo panino. E allora AMA il tuo tempo, AMA ciò che fai, AMA gli imprevisti, AMA il tuo respiro, AMA la tua rabbia, semplicemente AMA. Un’esortazione a vivere e raccontare la vita con la giusta passione.

Delijah

Sara d’Elia, in arte Delijah, è una cantautrice e musicista italiana. Classe 1998, pugliese d’origine e romana d’adozione, inizia a esibirsi nella capitale in chiave acustica (chitarra e voce) prediligendo toni intimisti e confidenziali. Scrive per esigenza personale dall’età di sedici anni, trattando tematiche sociali, esistenziali e sentimentali. Nel 2019 l’incontro Simone Guzzino (Il Solito Dandy), nel panorama emergente di San Lorenzo, il quale poco dopo inizia ad affiancarla, insieme ad Alessandro Scorta (Laago!), durante i live in formazione completa. Tra i due nasce il sodalizio artistico che porta, il 29 settembre 2019, all’uscita del singolo d’esordio “Un Forte Applauso”, di cui Guzzino cura minuziosamente la produzione.

Giovanni Carnazza

Giovanni Carnazza, in arte Giovanni Carnazza, nasce il 17 dicembre del 2018, il giorno del suo trentesimo compleanno. Dopo aver prodotto per alcuni anni artisti emergenti del panorama indie italiano, decide di esplorare la possibilità di una carriera solista. In realtà non si sente né un cantante né un produttore né tantomeno un ricercatore universitario – carriera che però gli permette di arrivare a fine mese.

Lena A.

Lena come respiro, fiato, energia. Lena come il soprannome che le ha dato la sua migliore amica. Lena come una parola desueta italiana. Ed una A puntata come memorandum. Dietro quella A c’è Alessandra Nazzaro, classe 1996, nata sotto il segno dei Gemelli, in arte Lena A. Studia Filologia Moderna, canta da quando ne ha memoria, suona il pianoforte dal momento in cui ha spento le prime 5 candeline. Le parole e la musica sono il fil rouge della sua vita, per questo afferma di non aver scelto di essere una cantautrice, ma che sia stato un percorso naturale, qualcosa di estremamente suo da sempre. La sua musica è appartenente al genere pop-cantautoriale, immediata nell’esecuzione ma progettuale nei testi, con rimandi nascosti a diversi mondi: dalla letteratura al cinema, dall’arte alla psicologia. Ogni canzone, una metafora.

Luca Eri

Luca Eri insegna storia e filosofia, legge saggi di fisica, ha dilapidato gran parte del suo tesoro in scommesse perdenti e così si consola con Borges, Ungaretti e Dante, ma odia Leopardi: perché l’arte deve essere pop e dunque immediata, accessibile a tutti; eppure se non contiene in sé stessa un mistero – come la vita – non può essere considerata arte.
Leopardi non è un poeta misterioso.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: